I fratelli Luciano e Giancarlo Pederzani iniziarono la loro attività imprenditoriale come produttore di pompe idrauliche, poi si dedicarono alla costruzione di karts con la Tecnokart e di monoposto di F.3 e F.2. Quest'ultima permise numerosi successi grazie al francese François Cevert.  All'inizio del 1971 fu deciso il gran salto in F.1. La scuderia bolognese realizzò una monoposto completa di motore 12 cilindri "boxer" e cambio Hewland; riuscì soprattutto ad avvalersi della collaborazione della Martini. Il debutto fu rinviato all'anno successivo anche perchè si scoprì che per collocare anteriormente il radiatore si eccedevano le misure massime previste e quindi si dovette adattare il tutto.  La vettura Pa 123-3 debuttò a Nivelles nel GP Belgio con Galli ritirandosi dopo essere partita con il penultimo tempo. Durante la stagione la monoposto fu affidata anche all'inglese Bell ma senza grossi risultati. Furono appena migliori l'anno successivo con la Pa 123-006 progettata dal britannico Alan McCall riconoscibile per le linee spigolose; con tale vettura Amon giunse 6° a Zolder.  A fine anno la Martini ritirò il suo finanziamente e i fratelli Pederzani rinunciarono a proseguire.

Anno 1969 GP disputati 1
Pilota entrant modello/motore gare NP NQ FOR vitt. pole GPV punti 2 3 4 5 6 7 8
Cevert Tecno Racing Tecno TF69 Ford F2 1                            
Anno 1972 GP disputati 6
Pilota entrant modello/motore gare NP NQ FOR vitt. pole GPV punti 2 3 4 5 6 7 8
Galli Martini Racing Team Tecno PA123/3/Ford 4     4                      
Bell Martini Racing Team Tecno PA123/3 2 3                          
Anno 1973 GP disputati 4
Pilota entrant modello/motore gare NP NQ FOR vitt. pole GPV punti 2 3 4 5 6 7 8
Amon Martini Racing Team Tecno PA123/6 4 1   4       1         1    

 

 



I PROGETTISTI

  • 1969: Tecno F2/69 - Gianfranco Pederzani, Luciano Pederzani
  • 1972: Tecno PA123 - Gianfranco Pederzani, Luciano Pederzani
  • 1973: Tecno PA123B - Alan McCall, Peter Wyss
  • 1973: Tecno E731 - Gordon Fowell, Alan Phillips