RACING POINT F1

 

 

Alla vigilia del Gran Premio del Belgio la scuderia Force India, dopo essere stata messa in amministrazione controllata, venne ceduta a un gruppo di investitori, che comprende anche Lawrence Stroll, padre del pilota della Williams, Lance Stroll. Nelle proprie comunicazioni il team utilizzò, da quel momento, il nome Force India F1 Team, senza più l'aggiunta dello sponsor Sahara. La presenza alla gara della scuderia indiana fu messa in dubbio da alcuni problemi legali, che non permettevano di concludere il passaggio di proprietà. Mancava l'accordo con un pool di banche indiane che facevano da finanziatrici alla vecchia proprietà: ciò non consentiva alla nuova proprietà di acquisire il titolo sportivo per partecipare al gran premio. La FIA decise così di escludere la Sahara Force India dal campionato, in forza dell'articolo 8.2 del regolamento sportivo. Il team, da quel momento, partecipò al campionato col nome di Racing Point Force India F1 Team, correndo con licenza britannica, ma perse tutti i punti conquistati con la vecchia denominazione, al contrario dei piloti che invece li conservarono

La scuderia, sotto la nuova denominazione, chiuse la stagione totalizzando 52 punti in 9 Gran Premi, che gli valsero il settimo posto finale nella classifica costruttori.

Il 30 novembre viene annunciato il nome del pilota che affiancherà Sergio Pérez nel 2019: si tratta di Lance Stroll  figlio del proprietario Lawrence Stroll, che prenderà il posto di Esteban Ocon, retrocesso al ruolo di terzo pilota del team, oltre che della Mercedes.

 

 

Anno 2019 GP disputati 20
Pilota entrant modello/motore gare NP NQ FOR vitt. pole GPV punti 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Perez Racing Point F1  Racing Point RP19 BWT Merc. 20             46        

 2

3 2

1

2
Stroll Racing Point F1 Racing Point RP19 BWT Merc. 20             21     1         4  1