Jacques VILLENEUVE

nato il 09/04/1971  a Saint-Jean-sur-Richelieu
debutto 1996 Australia (Williams)
anno squadra monoposto gare NP punti vitt. pole GPV
1996 Williams Williams FW18 Renault 16   78 4 3 6 5 2          
1997 Williams Williams FW19 Renault 17   81 7 10 3   1 1 2      
1998 Williams Williams FW20 Mècachrome 16   21         2 2 2 1    
1999 BAR BAR 01 Supertec 16                        
2000 BAR BAR 02 Honda 17   17           4 2 1    
2001 BAR BAR 03 Honda 17   12         2 1   1    
2002 BAR BAR 04 Honda 16   4           1   1    
2003 BAR BAR 05 Honda 15 1 6               2    
2004 Renault Renault RS24 3                        
2005 Sauber Sauber C23 Ferrari 18 1 9           1   1   1
2006 BMW-Sauber Sauber F1.06 BMW 12   7               1 1 2
      163   235 11 13 9              

 

nato il 9 aprile 1971, figlio del pilota della Ferrari Gilles Villeneuve, dopo aver frequentato la scuola per piloti di Jim Russell partecipa giovanissimo al campionato di  F3 italiano, nel 1992 si trasferisce in Giappone e prende parte alla F3, nel 1993 partecipa al campionato di F. Atlantic, vincendo 5 gare, nel 1994 passa alla categoria superiore, la Indy Car, vincendo una gara, nel 1995 vince il campionato Indycar con 4 vittorie, tra le quali la prestigiosa 500 miglia di Indianapolis.

Non si può certo definire un debuttante quando prende parte alla sua prima gara in F1 nel 1996 con la super Williams-Renault, infatti ottiene subito la pole position ed arriva secondo dietro al compagno di squadra Damon Hill, la prima vittoria arriva alla quarta gara (Gp Europa) ed a fine anno é secondo in classifica dietro a Hill, nel 1997 Hill passa alla Arrows e Villeneuve diventa prima guida della Williams, vince il campionato dopo una lunga lotta con Schumacher, a questo punto della carriera il franco canadese conta 11 vittorie e 13 pole. E qui, per ora, si ferma il suo albo d'oro.

Nel 1998, infatti, la Williams perde i motori Renault ed il campionato é un mezzo disastro, nel 1999 Villeneuve firma per la nascente scuderia BAR, il primo anno é terribile: zero punti. Va leggermente meglio nel 2000 e nel 2001, ottiene anche due podi. Nel 2003 é appiedato all'ultima gara in Giappone, nel 2004 rimane fuori dall'elenco dei partecipanti, salvo essere ripescato dalla Renault per le ultime tre gare, nel frattempo firma per la Sauber, uno degli ultimi team indipendenti rimasti, con questa scuderia ottiene qualche piazzamento a punti. Nwl 2006 é confermato alla Sauber, nel frattempo diventato team ufficiale BMW ma dopo 12 gare viene appiedato ed a lui é preferito il giovane Kubica.