John Norman SURTEES

nato il 11/02/1934 a Tatsfield deceduto il 10/03/2017
debutto 1960 Montecarlo (Lotus)
anno squadra monoposto gare NP NQ punti vitt. pole GPV
1960 Lotus Lotus 18 Climax 4     6   1 1 1        
1961 Parnell Yeoman Cooper T53 Climax 8     4             2  
1962 Parnell Yeoman Lola MK4 Climax 9     19   1   2   1 2  
1963 Ferrari Ferrari 156 10     22 1 1 3 1 1 1    
1964 Ferrari Ferrari 158 10     40 2 2 2 3 1      
1965 Ferrari Ferrari 158 8     17       1 2 1    
1966 Ferrari Ferrari 312, 2     9 1 1 1          
  Cooper Cooper T81 Maserati 7     19 1 1 2 1 1      
1967 Honda Honda RA300 9     20 1       1 2   1
1968 Honda Honda RA301 12     12   1 1 1 1   1  
1969 BRM BRM P138 9 1   6         1   1  
1970 Surtees Mclaren M7C 4     1     1         1
    Surtees TS7 Ford 7     2             1  
1971 Surtees Surtees TS9 Ford 11     3             1 1
1972 Surtees Surtees TS9 Ford 1 1                    
      111     180 6 8 11          
 
nato il 11/2/1934 (Tatsfield), sette volte campione del mondo di motociclismo dal 1956 al 1960, debutta con le quattro ruote in F.Junior per passare direttamente in F1 con la Lotus nel 1960. Alla sua secondo gara é già a podio (secondo), alla terza parte in pole position, si capisce subito che il passaggio tra le due e le quattro ruote non comporta difficoltà. Nel 1961 e nel 1962 corre con l'ottimo team privato di Reg Parnell, nel 1961 con le Cooper-Climax, nel 1962 con la Lola-Climax, con questa marca ottiene una pole position al debutto e due secondi posti.

La Ferrari, reduce da un disastroso 1962, decide di rifondare la squadra e punta su Surtees, la scelta é azzeccata perché l'inglese é subito competitivo e vince un GP nel 1963 (Germania), nel 1964 dopo un inizio in sordina, l'ex centauro vince in Germania ed in Italia e conquista il titolo nell'ultima gara, grazie al suo compagno di squadra, Bandini, che gli cede il secondo posto e grazie al regolamento degli scarti, infatti Graham Hill aveva conquistato un punto in più ma deve scartarne due...

Segue un 1965 poco buono, anche a causa di problemi fisici, nel 1966 la formula diventa 3 litri e la Ferrari e tra le favorite, Surtees corre per Maranello le prime due gare, vincendo in Belgio, poi passa alla Cooper-Maserati che porta alla vittoria in Messico, a fine anno é secondo con 28 punti, ma secondo l'opinione comune avrebbe potuto vincere il titolo se fosse rimasto in Ferrari. Nel 1967 e nel 1968 corre per la Honda, con la monoposto nipponica vince una gara (Italia) e conquista validi piazzamenti, dopo il ritiro dei giapponesi segue un' anonimo campionato con la BRM. Pilota sempre molto attento a quanto avveniva nella sua squadra, Surtees nel 1970 crea il proprio team, inizialmente utilizza una  Mclaren poi in Gran Bretagna fa esordire la Surtees TS7 Ford, in quel campionato ottiene due punti. Nel 1971 guida per la sua squadra ottenendo tre punti, ultima apparizione come pilota nel GP d'Italia del 1972 in gara e negli USA solo in prova, in seguito si dedica alla sua scuderia che rimane in F1 fino al 1978 per un totale di 118 presenze, senza però ottenere risultati importanti. Nel 2009 assiste alla scomparsa del figlio Henry in una gara di F2.