Jackie STEWART

nato il 11/06/1939 a Milton
debutto 1965 Sud Africa (BRM)
anno squadra monoposto gare NP NQ punti vitt. pole GPV
1965 BRM BRM P261 10 33 (34) 1   3 1   1 1
1966 BRM BRM P261/P83 8 14 1       1 1  
1967 BRM BRM P83 11 10     1 1      
1968 Matra International Matra MS9 Ford 10 36 3   2   1 1   2
1969 Matra International Matra MS80 Ford 11     63 6 2 5 1   1    
1970 Tyrrell March 701 e Tyrrell 001 Ford 13 25 1 4 2 1      
1971 Tyrrell Tyrrell 003 Ford 11     62 6 6 3 1       1
1972 Tyrrell Tyrrell 004 Ford 11 45 4 2 4 1   1    
1973 Tyrrell Tyrrell 006 Ford 14* 1   71 5 3 1 2 2 2 1  
      99     360 27 17 15          
* NON PARTITO IN USA 1973 IN SEGUITO A MORTE DI CEVERT
nato 11/6/1939 (Milton, Dumbartonshire), nel 1963 corre (vincendo) con la GT della Ecurie Ecosse, nel 1964 corre in F3 ed in F2, nel 1965 é già in Formula 1 con la BRM, all'epoca una dei top team. La carriera di Stewart in F1 é forse unica, il pilota scozzese ha corso 99 gare, tutte da protagonista. Non esiste infatti una fase di apprendimento iniziale ed una di declino finale, tipica di molti altri campioni. Già al suo primo GP Stewart va a punti  (sesto) alla sua seconda gara é gia sul podio (terzo a Montecarlo), nel suo primo campionato vince una gara (in Italia) e lotta nelle prime posizioni in molte altre. Nel 1966 vince la prima gara dell'anno con un motore 2000, quando la formula prevedeva i 3 litri... 
I ritardi di messa a punto del BRM H16 non gli consentono di ottenere altri risulati degni di nota, così come nel 1967 paga l'inferiorità della BRM nei confronti di Brabham e Lotus. Nel 1968 abbandona una BRM ormai in fase di declino per seguire Ken Tyrrell nella sua nuova squadra, la Matra International mette in pista le Matra ma con motore Ford Cosworth, il campionato é ottimo e Stewart porebbe anche vincerlo se non dovesse saltare due gare per infortunio, alla fine é vice campione con 36 punti contro i 48 di Graham Hill. Il primo mondiale arriva nel 1969, sempre con la Matra International di Tyrrell, è un campionato senza molta storia, Stewart vince sei gare e totalizza 63 punti contro i 37 di Ickx (Brabham), nel 1970 la Matra vuole imporre il suo motore, Tyrrell e Stewart non sono d'accordo e decidono di prendere parte al mondiale utilizzando una March (nuovo costruttore) privata, in attesa della Tyrrell 001, anche con la March Stewart si mette in evidenza, ottenendo la pole al debutto della marca in Sud Africa ed una vittoria in Spagna, nel 1971 con la Tyrrell-Ford il campionato non ha storia:  6 vittorie, 62 punti contro i 33 di Peterson, nel 1972 deve cedere alla stella emergente Fittipaldi, conquista comunque 4 vittorie ed il secondo posto finale in classifica, ultimo mondiale disputato il 1973, in questo campionato approfitta della lotta interna Fittipaldi-Peterson alla Lotus (vettura probabilmente superiore alla Tyrrell) e conquista il suo terzo titolo, in questo momento della carriera con 27 vittorie è anche il pilota più vittorioso in F1, la scomparsa dell'amico e compagno di squadra Cevert nell'ultima gara dell'anno accellera i suoi propositi di ritiro, Stewart non prende parte a quello che sarebbe stato il suo centesimo GP ed appende il casco al chiodo a soli 34 anni. Pilota molto sensibile ai problemi della sicurezza, considerato un leader non solo in pista ma anche nel suo team e tra i suoi colleghi. Nel 1996 mette in piedi con il figlio Paul una team che nel 1997 debutta in Formula 1, questa squadra vincerà anche una gara (Germania 1999) con Herbert prima di essere ceduta alla Ford e partecipare come Jaguar, in seguito Red Bull.