Phil HILL

nato il 17/09/1960 a Hampstead
debutto 1992 Gran Bretagna (Brabham)
anno squadra monoposto gare NQ punti vitt. pole GPV 2 3 4 5 6
1992 Brabham Brabham BT60 Judd 2 6                  
1993 Williams Williams FW15 Renault 16   69 3 2 4 4 3 1    
1994 Williams Williams FW16 Renault 16   91 6 2 6 5       1
1995 Williams Williams FW17 Renault 17   69 4 7 4 3 2 1    
1996 Williams Williams FW18 Renault 16   97 8 9 5 2   1 1  
1997 Arrows Arrows A18 Yamaha 16 1NP 7       1       1
1998 Jordan Jordan 198 Mugen 16   20 1         3   1
1999 Jordan Jordan 199 Mugen 16   7           1 1 2
TOTALE     115   360 22  20 19          
 
nato il 17/9/1960 (Hampstead), figlio di Graham Hill. Inizia correre con le moto nel 1983, nel 1984 corre anche in F.Ford, nel 1985 prima stagione completa in F.Ford, 1986/87/88  in F3 inglese,  nel 1989 debutta in F.3000, corre in questa categoria anche nel 1990 e nel 1991 senza ottenere grossi risultati. Dopo questa lunghissima gavetta debutta in F1 nel 1992 con il team Brabham, una squadra assolutamente senza mezzi che non riuscir a concludere la stagione, Damon Hill riesce a qualificarsi in due occasioni su otto tentativi, quindi l'ultimo pilota a portare in gara una Brabham.

Nel 1993 alla super Williams-Renault arriva Alain Prost al posto del campione 1992 Mansell, come secondo pilota al posto di Patrese viene scelto Damon Hill, la scelta accolta da molto scetticismo, l'opinione generale che la Williams abbia voluti affiancare a Prost un pilota  con un basso ingaggio e che non dia troppo fastidio al francese. Particolare curioso che a Hill viene dato il numero ZERO, tuttavia il figlio di Damon riesce ad ottenere subito buoni risultati, anche perch la Williams-Renault decisamente superiore alle altre monoposto, vince in Ungheria il suo primo Gp e si ripete in Belgio ed a Monza, tre vittorie consecutive, in Francia e Portogallo parte in pole, finisce il campionato con 69 punti, dietro a Prost (99) e Senna (73), nel 1994, ritiratosi Prost, alla Williams arriva il campionissimo Senna, a Damon Hill tocca ancora il numero zero. Dopo l'incidente mortale del brasiliano ad Imola, Damon Hill si trova ad occupare il ruolo di primo pilota, in campionato dominato da Schumacher, dopo quattro gare il tedesco a punteggio pieno (40 punti) solo sette per l'inglese, Hill vince in Spagna e comincia una serie di risultati positivi, vince anche in Gran Bretagna, Belgio, Italia e Portogallo, in queste ultime due gare Schumacher assente per squalifica. arriva ad un punto dal tedesco della Benetton: 85 ad 86. In Spagna vince Schumacher, Hill secondo, in Giappone vince Hill e Schumacher secondo, nell'ultima decisiva gara in Australia tutti e due si ritirano ed il campionato va a Schumacher. Anche nel 1995 si trova a lottare contro Schumacher, ma quest'anno anche la Benetton diposne del motore Renault e finisce 102 a 69, Hill vince quattro gare (Argentina, San Marino, Ungheria ed Australia), nel 1996 Schumacher passa alla Ferrari e l'unico rivale serio di Damon Hill il compagno di squadra Jaques Villeneuve, Hill vince ben otto gare contro le quattro del canadese,  Damon Hill campione 28 anni dopo il padre Graham, unico figlio d'arte riuscito nell'impresa. Nel 1997 lascia la Williams e firma con la Arrows un contratto milionario, il team Arrows non certo in grado di garantirgli una monoposto competitiva e con la A18 Yamaha riesce a brillare solo nel Gp di Ungheria, parte con il terzo tempo e conduce la gara per diversi giri, cedendo solo nel finale a Villeneuve con la Williams, nel 1998 alla Jordan, suo compagno di squadra il giovane Ralf Schumacher, le prestazioni dei due si equivalgono, Hill riesce a vincere il GP del Belgio, prima vittoria della scuderia Jordan, proprio davanti al compagno di team. Tutto sommato il secondo posto del 1997 con la Arrows e questa vittoria legittimano Hill come campione, visto che molti sostengono che le vittorie ed il titolo con la Williams fossero dovuti solo alla enorme superiorit di quest'ultima. Ultima stagione il 1999, una stagione un p in ombra nei confronti del compagno di team Frentzen che arriva anche ad inserirsi nella lotta per i titolo,  solo sette punti con un quarto posto come miglior risultato, a fine anno, quasi quarant'enne Damon Hill lascia la F1 e le competizioni.