VETTURE A 6 RUOTE:

in F.1 se ne sono viste 5: Tyrrell P34, March 771/240, Williams Fw07C, Williams Fw08D e Ferrari 312T2. Solo la prima ha corso, le altre effettuarono solo prove private.

La Tyrrell P34 prese parte al mondiale 1976, piloti Scheckter e Depailler, il team realizzò una storica doppietta ad Anderstop in Svezia, in questa occasione il pilota sud africano, futuro campione del mondo con la Ferrari, portò per la prima ed unica volta alla vittoria una sei ruote nel mondiale di F1. La P34 aveva debuttato nel Gp di Spagna (quarta gara della stagione) con Depailler, dal Gp successivo (Belgio) anche Scheckter la portava in gara, ottenendo un quarto posto. Nel corso della stagione questa monoposto ottenne diversi buoni risultati: prima e seconda in Svezia, seconda a Montecarlo, Gran Bretagna, Francia, Germania, Canada, USA Est e Giappone, tanto che Schecker e Depailler si piazzarono terzo e quarto nella classifica finale (dopo Hunt e Lauda), mentre il tema Tyrrell arrivò terzo nel mondiale costruttori.

 

Nella foto Scheckter nel Gp di Svezia.

 

La 771/240 era una "bestia" che aveva 4 vere ruote posteriori affiancate ma le prove furono brevi per la mancanza di finanziamenti.  

Williams: nel 1981 Rosberg realizzò un tempo sbalorditivo di 1:04.5 sul circuito corto di Paul Ricard, tempo che nel 1986 sarebbe valso la pole position con 2 secondi d'avanzo! Nel 1994 a Goodwood nel già citato Festival of Speed senza alcun collaudo precedente, realizzò il miglior tempo davanti a futte le F.1 più recenti (c'era anche una Jordan)

La Ferrari  T2 scese in pista nel marzo 1977 a Fiorano ed aveva le ruote posteriori gemellate (due per asse) prese dall'anteriore ma si verificarono problemi di trazione. Per March e Ferrari l'idea era quella di sfruttare il principio che una gomma con elevata impronta a terra abbia più possibilità di avere reazioni differenti tra i diversi punti d'appoggio, invece riducendo la sezione si permetteva di avere prestazioni globali più omogenee ma per sfruttare a pieno la tecnica sarebbe servito un differenziale aggiuntivo tra le due semiruote, cosa applicata ai camions di trasporto. La Williams rinunciò per l'aggravio di peso del terzo assale con differenziale e in seguito al divieto per il 1983 della FIA (le gomme erano 6 identiche anteriori), invece per la Tyrrell fu l'impossibilità della Goodyear a fornire un adeguato sviluppo alle ruotine che erano in esclusiva ed in più si manifesò elevato sottosterzo, per risolvere si allargò la carreggiata anteriore ma ciò fece perdere il vantaggio aerodinamico anteriore (le gomme posteriori erano comunque un muro mica da ridere). La prima vera 6 ruote da competizione fu però ricavata da un telaio Kurtis con motore Offenhauser prendendo gli assali delle vetture Midget che corse ad Indianapolis nel 1948 e 1949 e voluta da Pat Clancy.

Vetture a trazione integrale: Ferguson P99 (1961), Matra Ms 84 (1969), Lotus (1969), McLaren M9 (1969), Lotus 56B (1971, unica vettura a turbina).

Primi pneumatici radiali: Michelin (1977), Pirelli (1981), Goodyear (1984).

Primo utilizzo dei dischi freni forati autoventilanti: Matra, Brabham, Tecno(1972).

Primo utilizzo dei dischi freni in carbonio: Brabham (1976).

 

Massimo Bosso